Comune di Serravalle Scrivia

Carta d’Identità Elettronica per i cittadini iscritti all’A.I.R.E.

Rilascio della Carta d'Identità Elettronica per i cittadini iscritti all'A.I.R.E.

cie logo

Cosa è

La carta d’identità elettronica (Cie) è il nuovo documento di identificazione per cittadini italiani, comunitari e stranieri, rilasciato al posto della vecchia carta d'identità cartacea, la quale può essere emessa solo in casi di comprovata urgenza. Le carte d’identità in formato cartaceo in corso di validità rilasciate in precedenza restano valide fino alla loro data di scadenza. Il nuovo documento ha le dimensioni di una carta di credito e contiene la foto, i dati del cittadino ed elementi di sicurezza per evitarne la contraffazione. Dotata di un microprocessore che memorizza le informazioni necessarie alla verifica dell'identità del titolare, compresi elementi biometrici come le impronte digitali, la Cie è un documento tecnologicamente avanzato e difficilmente falsificabile. Come per il documento cartaceo, nella Cie valida per l'espatrio non compare nessuna dicitura; nella Cie non valida per l'espatrio compare la dicitura: non valida per l'espatrio.

A chi è rivolto

Per i cittadini italiani residenti all'estero la Cie viene rilasciata esclusivamente dagli Uffici consolari nell’Unione Europea e in Gran Bretagna, Svizzera, Norvegia, Principato di Monaco, San Marino e Santa Sede - Città del Vaticano. Potranno richiederla solo i cittadini regolarmente residenti nella propria circoscrizione consolare, già registrati nello schedario consolare e i cui dati anagrafici siano già presenti nella banca dati  dell'Anagrafe degli Italiani residenti all'estero del Ministero dell'Interno (Anpr). 

Accedere al servizio

 Ai fini dell’emissione è inoltre necessario possedere il codice fiscale validato. In mancanza, il codice fiscale stesso sarà attribuito o validato dall’Agenzia delle Entrate per il tramite dell’Ufficio consolare preliminarmente al rilascio della Cie. Resta ferma la possibilità di richiedere la carta d’identità cartacea in Italia presso il proprio Comune di iscrizione AIRE. Il processo di emissione ha inizio con la prenotazione di una richiesta di rilascio Cie, da parte del cittadino al Consolato di competenza mediante l’indicazione dei dati anagrafici e, se disponibile, del codice fiscale allo scopo di consentire a quest’ultimo, ove possibile, i primi controlli di istruttoria. La richiesta deve essere presentata utilizzando la piattaforma Prenot@mi (https://prenotami.esteri.it/) o il diverso canale messo a disposizione dell’Ufficio consolare di riferimento e consultabile sul relativo sito internet. Dal momento della richiesta alla data fissata per l’appuntamento trascorrono almeno 15 giorni, necessari per consentire all’ufficio consolare di effettuare il controllo dei dati anagrafici, risolvere eventuali disallineamenti e verificare che non sussistano cause ostative al rilascio del documento. Se tutti i dati sono allineati e il  codice fiscale risulta validato l’operatore consolare procederà al rilascio del documento. La Cie viene stampata e poi recapitata a mezzo posta presso l’indirizzo di residenza (o recapito) dichiarato dal richiedente, a cura dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, entro 15 giorni dalla data della richiesta in Consolato. In caso di mancata consegna per indirizzo errato, è prevista la giacenza presso il locale ufficio postale, al termine della quale il plico viene restituito all’Ufficio consolare di riferimento per un ulteriore tentativo di consegna.

Cosa serve

Documenti richiesti: 1. fototessera, in formato cartaceo dello stesso tipo di quelle utilizzate per il passaporto; 2. documento di riconoscimento ai sensi del Dpr 445/2000. Se non ne è in possesso, il richiedente dovrà presentarsi accompagnato da due testimoni; 3. atto di assenso dell’altro genitore nel caso in cui il richiedente abbia figli minori di 18 anni (a prescindere dallo stato civile del richiedente: celibe/nubile, coniugato, separato o divorziato); 4. atto di assenso di entrambi genitori nel caso in cui il richiedente sia un minore di 18 anni. L'operatore consolare acquisirà la foto e, salvo che per i minori di 12 anni, le impronte digitali, e la firma, che saranno registrate in sicurezza all’interno del microchip presente nella propria Cie e non depositate in nessun altro luogo.

Costi e vincoli

Il costo del documento è di: 1. Euro 21,95 euro complessivi, in caso di primo rilascio o rinnovo; Euro 27,11 euro complessivi in caso di duplicato per furto o smarrimento. Il pagamento dovrà essere effettuato il giorno dell’appuntamento secondo le modalità previste dal proprio Ufficio consolare di riferimento. Il rilascio della carta d'identità è sempre subordinato al nulla osta da parte del Comune italiano di iscrizione Aire. Il rilascio del documento all’estero, dunque, non è a vista.

Tempi e scadenze

n.d.

Contatti

Comune di Serravalle Scrivia - Servizio Elettorale e Leva, Stato Civile - Demografico - Immigrazione e Cittadini non Serravallesi

Via Berthoud, nr. 49, Piano terra

Tel. 0143.609431, Fax 0143.609499

demo@comune.serravalle-scrivia.al.it

info@pec.comune.serravalle-scrivia.al.it

Gli uffici sono accessibili alle persone diversamente abili

Responsabile del Servizio: Dott. Lorenzo Bianchi

Staff: Bertone Filippo (Tel. 0143.609432), Ottolia Claudia (0143.609432), Zino Giuliano (0143.609466)

Orario di sportello al pubblico

Ulteriori informazioni

Al cittadino che sia in procinto di trasferirsi all’estero con la sua famiglia si consiglia di richiedere, se non lo possiede già, il "libretto internazionale di famiglia". Questo documento, che è gratuito ed è intestato ai due coniugi, può essere richiesto al momento di sposarsi oppure successivamente anche molti anni dopo, ma sempre ai Servizi Demografici del Comune in cui è stato celebrato o trascritto il matrimonio. Sul libretto l’Ufficiale dello Stato Civile annota data e luogo del matrimonio, regime patrimoniale e altre future annotazioni concernenti il matrimonio; inoltre luogo e data di nascita degli eventuali figli ed ulteriori annotazioni che li riguarderanno. Il libretto è valido nella maggior parte degli Stati europei ed è particolarmente utile ai coniugi che trasferiscono la loro residenza all’estero, in quanto evita continue richieste di certificati in Italia: la sua esibizione potrebbe essere utile per contratti di locazione, per le assicurazioni sociali, per iscrizioni scolastiche, etc. Anche in Italia il libretto può sostituire a tutti gli effetti i certificati e gli estratti per riassunto dell’atto di matrimonio e degli atti di nascita dei figli.

Contenuti correlati

Luoghi

Sede Comunale

Descrizione breve Il Palazzo Municipale, sede dell’Amministrazione Comunale, ospita gran parte degli Uffici Comunali.

Leggi di più

Uffici

Ufficio Anagrafe e Demografico

Comune di Serravalle Scrivia – Servizio Elettorale e Leva, Stato Civile – Demografico – Immigrazione e Cittadini non Serravallesi Via Berthoud, nr.

Leggi di più