Per non dimenticare: 'I sommersi e i salvati'

Attualitą
24/01/2018

« La memoria umana è uno strumento meraviglioso ma fallace. » (Primo Levi, I sommersi e i salvati)

Anche quest'anno il Comune di Serravalle Scrivia, nell' anniversario dell'istituzione del 27 gennaio come 'Giorno della memoria', intende ricordare le vittime dell'Olocausto e gli orrori di quel periodo storico offrendo spunti di riflessione e approfondimento sul territorio.

Con questo intento ha promosso la conferenza intitolata "Per non dimenticare: 'I sommersi e i salvati' di Primo Levi", organizzata dall'associazione culturale UniDueValli, in collaborazione con la Biblioteca comunale.

La conferenza avrà luogo venerdì 9 febbraio, alle 21.00, presso la Sala Civica "Ex Biblioteca Civica" in Piazza Carducci 4 (sopra la Croce Rossa) e sarà tenuta dallo storico Claudio Giulio Anta.

Durante la conferenza verranno letti alcuni passi dell'opera di Primo Levi arricchiti da proiezioni e musiche. L'intento è quello di fare un'analisi di questo ultimo lavoro dell'autore, scritto nel 1986, che risulta di norma meno conosciuto rispetto a "Se questo è un uomo" e che, invece, risulta molto rilevante per la descrizione, fatta con grande lucidità e distacco, dei meccanismi che portano alla creazione di "zone grigie" di potere tra oppressori e oppressi, la corruzione economica e morale delle persone che vivono nei sistemi concentrazionari, gli scopi e gli utilizzi politici e sociali di tali sistemi, la replicazione di analoghe dinamiche comportamentali nelle realtà quotidiane odierne.

Sono questi contenuti a rendere il testo particolarmente adatto alla celebrazione della Giornata della Memoria, il cui intento è proprio quello di una riflessione sulle aberrazioni del passato per evitarne la ricomparsa. "I sommersi e i salvati" offre inoltre una riflessione sulla memoria stessa, che Levi definisce 'meravigliosa ma fallace', facilmente soggetta a condizionamenti psicologici e distorsioni. Soprattutto quando si trova a contatto con orrori tali per cui il rifiuto della realtà o la sua manipolazione diventano tendenze molto frequenti.

Claudio Giulio Anta è Professore Universitario Associato in Filosofia Politica. Ha collaborato con le riviste “Nuova Antologia”, “Il Politico” e “Humanitas”, occupandosi degli aspetti storico-politici del processo d’integrazione europea. Ha pubblicato numerosi studi tra cui la monografia "Il rilancio dell’Europa. Il progetto di Jacques Delors" (Franco Angeli, Milano 2004), "Padri dell'Europa. Sette brevi ritratti" e "Albert Einstein: The Roads to Pacifism (Studies in the History of Religious and Political Pluralism) del 2017.

 

 

Le news del Comune di Serravalle sono disponibili anche in formato rss

Feed Rss delle News del Comune di Serravalle Scrivia

maggiori informazioni