Antico Organo Serassi

Organo Serassi Serravalle Scrivia (Foto Associazione Amici Antico Organo Serassi)Il cosìdetto "grand'organo" Serassi custodito nella Chiesa Collegiata di Serravalle Scrivia dedicata ai Santi Martino e Stefano, in Piazza II Risorgimento, troneggiante alla sommità dell'androne di ingresso in posizione opposta all'altare maggiore, rappresenta uno degli ultimi strumenti realizzati dai mirabili maestri organari della famiglia Serassi (la leggendaria dinastia di artigiani bergamaschi, la più importante famiglia di organari lombardi che operò in Italia per circa due secoli, per sei generazioni, dal 1720 al 1895), e probabilmente uno tra i migliori esempi della loro sopraffina arte, essenza del loro raro e geniale sapere famoso in tutto il mondo. L'incontro di Serravalle con la famiglia Serassi, è storia. Tramite tra la Comunità di Serravalle Scrivia ed i Serassi fu il sacerdote e compositore tortonese Lorenzo Perosi, genio indiscusso della musica Sacra. Il grande organo serravallese, uno dei più grandi da loro realizzati, venne costruito nel 1834 ed, in due anni, ingrandito sino al completamento nella monumentale struttura definitiva, che trova eguali solo nel suo organo confratello, realizzato in una delle chiese di Firenze.

Lo strumento si compone di 3 corpi distinti, il grand'organo, l'organo eco e l'organo tergale, che rappresenta una vera rarità, posizionato alle spalle dell'organista e rivolto verso l'interno della chiesa. Il poderoso telaio conta ben 3321 canne (moltissime per l'epoca della sua costruzione), per un numero assolutamente non comune di registri, ben 69. La voce è potente, brillante ed eccezionalmente ricca di espressione.

Un organo tra i più antichi d'Italia e senz'altro tra i più grandi e complessi dell'epoca. Una vera opera d'arte, protetta dalla Soprintendenza artistica del Piemonte. Nel 1904, un primo restauro, soppresse parecchie parti originarie dello strumento. Dopodiché non vi furono altri interventi, sino agli anni Settanta, quando per volontà di Monsignor Teresio Angeleri, Arciprete di Serravalle e del Cavalier Salvatore Magrì, l'organo, venne rimesso in perfetta efficienza. I lavori vennero affidati alle mani esperte dei mastri organari Tamburini di Crema e si svolsero sotto la guida del maestro Renato Fait, organista titolare del Duomo di Milano. Fedeltà all'originario progetto serassiano fu la parola d'ordine.

Grazie all'impegno profuso negli anni Settanta dall'Associazione "Amici Antico Organo Serassi della Collegiata di Serravalle Scrivia" presieduta dal Cavalier Magrì, che vide nel proprio Comitato d'Onore personalità quali l'Onorevole Giulio Andreotti, all'epoca Presidente del Consiglio dei Ministri e l'Onorevole Oscar Luigi Scalfaro, futuro Presidente della Repubblica, l'organo Serrassi di Serravalle fu, in quel periodo, protagonista di intense stagioni concertistiche e di prestigiosi eventi musicali. Alle sue tastiere si esibirono esecutori di livello internazionale ed alcuni di più grandi organisti di tutti i tempi. Tra questi ricordiamo: Karl Richter; Arturo Sacchetti; Luigi Tagliavini; Renato Fait; Hans Vollenweider; Giancarlo Parodi, accompagnato per l'occasione dal grande violinista Uto Ughi; Oleg Jantchenko.

Per saperne di più sulla storia della Famiglia Serassi: Associazione Culturale Giuseppe Serassi - Guastalla (Re)



Logo W3C XHTML 1.0