TARI

La TARI, tassa sui rifiuti, è stata istituita dalla Legge n. 147 del 27 Dicembre 2013, commi 639 e ss., a decorre dal 1 Gennaio 2014;  sostituisce il prelievo vigente fino al 31 Dicembre 2013 (TARES.). Rappresenta la componente relativa al servizio rifiuti dell’Imposta Unica Comunale (IUC) ed è destinata a finanziare integralmente i costi del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti a carico dell’utilizzatore.

Il presupposto della TARI è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di locali o di aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani.  Sono escluse dalla TARI le aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali tassabili, non operative, e le aree comuni condominiali di cui all'articolo 1117 del codice civile che non siano detenute o occupate in via esclusiva.

Per l'applicazione della TARI si considerano le superfici dichiarate o accertate ai fini dei precedenti prelievi sui rifiuti.

 

PRESUPPOSTO E SOGGETTO PASSIVO Il tributo è dovuto da chiunque possieda, occupi o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani.

La TARI è dovuta da coloro che occupano o detengono i locali o le aree scoperte con vincolo di solidarietà tra i componenti del nucleo familiare o tra coloro che usano in comune i locali o le aree stesse.

In caso di utilizzi temporanei di durata non superiore a sei mesi nel corso dello stesso anno solare, il tributo è dovuto soltanto dal possessore dei locali e delle aree a titolo di proprietà, usufrutto, uso, abitazione, superficie.

La presenza di arredo oppure l’attivazione anche di uno solo dei pubblici servizi di erogazione idrica, elettrica, calore, gas, telefonica o informatica costituiscono presunzione semplice dell’occupazione o conduzione dell’immobile e della conseguente attitudine alla produzione di rifiuti.  Per le utenze non domestiche la medesima presunzione è integrata altresì dal rilascio da parte degli enti competenti, anche in forma tacita, di atti assentivi o autorizzativi per l’esercizio di attività nell’immobile o da dichiarazione rilasciata dal titolare a pubbliche autorità.

La mancata utilizzazione del servizio di gestione dei rifiuti urbani e assimilati o l’interruzione temporanea dello stesso non comportano esonero o riduzione del tributo.

IL COMUNE di SERRAVALLE SCRIVIA, con le DELIBERAZIONI SOTTO INDICATE, HA APPROVATO

MODELLI

 Autocertificazione_immobili_vuoti_e_privi_di_utenze
 DENUNCIA TARI UTENZE DOMESTICHE
 DENUNCIA TARI UTENZE NON DOMESTICHE 
 RIDUZIONI/AGEVOLAZIONI TARI

 

PAGAMENTO TARI 2014

  • Versamento in acconto: sono stati inviati ai contribuenti gli avvisi di pagamento in acconto, calcolati sul 35% di quanto dovuto utilizzando le tariffe TARES 2013. Scadenza versamento acconto 31/05/2014.
  • Versamento a saldo: verranno inviati ai contribuenti gli avvisi di pagamento a saldo, con conguaglio sulle tariffe applicate per l’acconto. Il pagamento del saldo prevede n. 2 rate con scadenza nei mesi di novembre 2014 (1^ rata saldo/rata unica) e gennaio 2015 (2^ rata saldo).