Rischio Sismico

Sisma_Serravalle_Scrivia_2003Il rischio sismico, in una determinata area, può essere misurato dal danno che ci si può aspettare, in un intervallo di tempo stabilito, a seguito dei terremoti. Può essere espresso in termini di vittime, costo economico, danno alle costruzioni. Rischio e pericolo non sono la stessa cosa: il pericolo è rappresentato dal terremoto che può colpire una certa area (la causa); il rischio è rappresentato dalle sue possibili conseguenze, cioè dal danno che ci si può attendere (l’effetto). Nella definizione del rischio, infatti, intervengono oltre la pericolosità le caratteristiche del territorio. Per definire il livello di rischio di un territorio occorre conoscere la sua sismicità, cioè quanto spesso avvengono i terremoti e quanto sono forti, ma anche il modo in cui l’uomo ha costruito le sue opere, quanti e quali sono i beni esposti, quanto densamente è popolato. Infatti, a parità di frequenza e di intensità dei terremoti, il rischio è nullo laddove non esistono edifici, beni esposti, popolazione; mentre aree densamente popolate, o caratterizzate da costruzioni poco resistenti allo scuotimento di un’onda sismica, presentano un rischio elevato. Sulla base della frequenza ed intensità dei terremoti del passato, interpretati alla luce delle moderne tecniche di analisi della pericolosità, tutto il territorio italiano è stato classificato in quattro zone sismiche che prevedono l’applicazione di livelli crescenti di azioni da considerare per la progettazione delle costruzioni. La classificazione del territorio è iniziata nel 1909 ed è stata aggiornata numerose volte fino all’attuale, disposta nel 2003, con Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri nr. 3274.


Links utili

Arpa Piemonte Bollettino sismico ARPA Piemonte

 Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia - Dati in tempo reale

 


Il Rischio Sismico nel Territorio del Comune di Serravalle Scrivia

Il territorio del Comune di Serravalle Scrivia è classificato in ZONA 3 (Comuni che possono essere soggetti a scuotimenti modesti) con l'Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri nr. 3274, del 20 marzo 2003, denominata "Primi elementi in materia di criteri generali per la classificazione sismica del territorio nazionale e di normative tecniche per le costruzioni in zona sismica".

Il territorio di Serravalle Scrivia è stato interessato da un evento sismico nella giornata dell'11 Aprile 2003, evento che ha arrecato danni consistenti alle strutture abitative, senza procurare vittime.

(Testo elaborato dal Piano Intercomunale di Protezione Civile - Agg. 2012)

 


Per saperne di più...

Io non rischio - Buone pratiche di protezione civile in caso di Terremoto  "Io non rischio". Buone pratiche di Protezione Civile in caso di Terremoto